«Se si escludono istanti prodigiosi e singoli che il destino ci può donare,
l'amare il proprio lavoro (che purtroppo è privilegio di pochi)
costituisce la migliore approssimazione concreta alla felicità sulla terra:
ma questa è una verità che non molti conoscono»

(Primo Levi, La chiave a stella, 1978).